martedì 14 agosto 2012

I fantastici 3 eventi di ferragosto made in Sardinia

Cari navigatori,
si avvicinano i giorni infuocati di ferragosto e la Sardegna si prepara al picco massimo di presenze della stagione estiva.
Nulla fermerà i nostri turisti, nè la crisi ne il caldo torrido.
Vi segnalo qui di seguito tre straordinari eventi da non perdere assolutamente. Tradizioni, jazz e tanta innovazione.
Buon ferragosto a tutti.

 
Ferragosto a Cagliari con arte, musica e tanto divertimento per la manifestazione “Afferagòsto” dal 10 al 15 di Agosto 2012. La manifestazione “Afferagòsto” organizzata con il patrocinio del Comune di Cagliari in collaborazione con i gestori dei locali del Corso Vittorio Emanuele, Piazza Yenne e Castello, offrirà un programma di alta qualità musicale, con tanti gruppi e artisti già affermati del panorama regionale e nazionale e soprattutto tanti giovani musicisti sardi emergenti. Un lunga vigilia che arriverà fino al giorno di Ferragosto, all’insegna del divertimento.




 Il Festival Time in jazz di Berchidda è diventato uno dei più importanti festival italiani dedicati al jazz, un genere musicale che conta sempre più appassionati. Avrà un significato particolare l'appuntamento di questa estate con Time in Jazz: dal 9 al 16 agosto 2012, il festival ideato e diretto da Paolo Fresu nella sua Berchidda (prov. Olbia-Tempio), per l'organizzazione dell'associazione culturale Time in Jazz, festeggia infatti la sua venticinquesima edizione. Un traguardo significativo per una manifestazione nata quasi per scommessa nel lontano 1988 e cresciuta, anno dopo anno, fino a diventare uno dei momenti più attesi dell'estate festivaliera.




 L’antica festa della Discesa dei Candelieri a Sassari è una processione danzante di grandi ceri di legno portati a spalla dai Gremi per rinnovare il voto fatto alla Madonna Assunta che salvò la città dalla peste. I festeggiamenti iniziano sabato 11 agosto con la tradizionale vestizione dei ceri e la loro Discesa, il martedì 14 agosto, dalla Piazza Castello lungo le vie del centro storico fino alla Chiesa di Santa Maria, accompagnati dal ritmo incalzante dei tamburi. Il rito termina con lo scioglimento del voto all’interno della chiesa, dove i Gremi fanno girare per tre volte ogni Candeliere in onore della Madonna.
Oltre alla solennità religiosa la manifestazione offre eventi collaterali come la Sagra dell’Arrostita, una tradizionale degustazione di carne cotta alla brace, concerti musicali, spettacoli folkloristici, e, per finire, giovedì 16 agosto, gli spettacolari fuochi d'artificio sul mare di Platamona.

Lo scorso aprile nel corso di una conferenza stampa a Montecitorio il primo cittadino di Sassari aveva ufficializzato la notizia che Sassari attendeva dal 2009: I Candelieri candidati per il 2013 dall'Unesco a PATRIMONIO IMMATERIALE DELL'UMANITA'. La nostra città infatti è stata, insieme alle città delle Feste delle grandi Macchine a spalla, Nola con la sua Festa dei Gigli, Palmi con La Varia e Viterbo con La Macchina di Santa Rosa, indicata dalla Commissione nazionale italiana per l'UNESCO come unica candidatura per il 2013. Dall'anno scorso la Festa dei Candelieri di Sassari può vantare un importante riconoscimento ottenuto dal Ministero del Turismo: la Faradda è diventata «Patrimonio d'Italia per la tradizione » come eccellenza nazionale che contribuisce a valorizzare l'immagine dell'Italia ed a generare conseguenti flussi turistici.

Fonti:  http://www.blogsardegna.it

Buon BloggerViaggio :)